Mostra fotografica

11 – 13 luglio 2014
Viva Mamanera 2014
musica, danza, cultura e tradizioni dell’Africa Occidentale
Lungolago R. M. Rilke – ex Colonia Sabbioni – Riva del Garda

Mostra Fotografica “Officina del Sorriso”
Laboratorio di Fotografia nello slum di Chimbel – Goa (India 2009)
Un progetto di Teatro per Caso

Iniziative di sostegno per progetto 2012 – Bagni di suono

 TEATRO PER CASO in collaborazione con ASSOCIAZIONE MERCURIO organizza

BAGNO di SUONI

con GONG PLANETARIO e STRUMENTI ANCESTRALI

con Alessandra Framarin, gong master

Lunedì 11 giugno ore 20.30

presso Colonia SabbioniRiva del Garda TN

Via Rainer Maria Rilke

(vicino Hotel Du Parc)

Il ricavato della serata sara’ destinato al Progetto

Officina del Sorriso” India 2012

 Il bagno di suoni è un’esperienza che abbraccia tutti i livelli della persona. Con il suono del gong planetario Terra, tarato su uno spettro di frequenza 136,10- 432,10 hertz, il corpo si armonizza. La presenza di altri strumenti ancestrali permette la creazione di suoni evocativi che ci accompagnano in stati meditativi profondi fino a beneficiare delle onde theta che il nostro cervello emette in tali circostanze. L’effetto è profondamente rigenerante e permette l’accesso ai vasti campi dell’intuizione. Basta portarsi un materassino, una coperta ed un cuscino per trovare una comoda posizione e aprirsi a ll’esperienza.

 

informazioni: Paola 340.3357610

portarsi un materassino o coperta- contributo € 15

L’iniziativa sostiene il progetto Officina del sorriso On the road Italia – India 2012 curato da Teatro per Caso in collaborazione con Associazione Mercurio.
La partenza del viaggio dall’Italia all’India è prevista nel prossimo ottobre e contempla quattro macrotappe in Kossovo, Georgia, Iran ed India in cui gli artisti ed educatori della compagnia viaggiante terranno dei laboratori settimanali di teatro di strada rivolti alla gioventù locale che culmineranno in spettacoli da offrire alle Comunità.
Il viaggio, che verrà documentato in un film, ha lo scopo di interagire con altre realtà trentine di volontariato che già prestano la loro opera nei territori interessati e di portare un messaggio di pace, di dialogo e di speranza attraverso i canali dell’arte.