Manca un giorno allo spettacolo finale dei ragazzi

Il tempo corre anche qui a Peja, siamo agli sgoccioli dei nostri laboratori, nel vero senso della parola, dato che per i motivi più vari, tra cui la festività musulmana del Bajram, i giorni di workshop sono stati ridotti da sei a quattro. Tutti noi stiamo facendo i miracoli per riuscire a portare in scena un piccolo spettacolo multimediale che vede protagonisti 40 ragazzi e ragazze, con sole otto ore di laboratori alle spalle.
Appunti per lo spettacolo finale
Nel centro giovanile di Peja, attivo dal 2005, oggi un importantissimo punto di riferimento sociale e giovanile per questa città, e dove si alternano oltre 200 ragazzi e ragazze che usufruiscono di diverse proposte di corsi, che vanno dalla danza alle arti marziali e dalla fotografia al teatro, questo pomeriggio si lavora a mille.
Montaggio di video con Sara
Sara, insieme ai suoi sei allievi, è impegnata a montare le riprese realizzate due giorni prima in città; ne escono tre diversi video che raccontano il tema del viaggio attraverso le loro diverse sensibilità, esperienze e punti di vista. Sotto la guida di Sara, si compongono le immagini, i testi, le interviste e, dato che i ragazzi rivelano abilità e capacità inaspettate anche in campo musicale, vengono create delle piccole colonne sonore registrate sul momento e usate poi per accompagnare i loro videoclip.
In viaggio nell' Odeissea di Ulisse
Dalla grande sala di ginnastica si odono urla e passi da elefante; sono i bambini del gruppo teatrale che insieme ad Erica, con l’aiuto di Laura, Liridon e del traduttore Fitim, stanno viaggiando attraverso l’Odissea. Apro la porta e li osservo, sono bambini provenienti dal quartiere periferico di Shtat Shtatorë, alcuni dei quali appartengono alla minoranza etnica egiziana e rom. Mi emoziono a vederli interpretare la figura di Ulisse nel suo viaggio di ritorno verso casa. Lo spettacolo è stato allestito in sole sei ore di lezione tra varie difficoltà, tra cui quella della lingua. Anche Erica, alla fine di questo pomeriggio faticoso ma gratificante dal punto di vista dei risultati raggiunti dal suo gruppo, stringe Laura in un commovente abbraccio e manda baci e sorrisi ai suoi piccoli attori.
In volo laboratorio di acrobazia
Un due tre, un due tre… eh sì, perché sono già tre le palline con cui i ragazzi di Riccardo si alternano negli esercizi di giocoleria… Poi, diablo, salti e movimenti acrobatici. Manca un giorno anche per loro e sicuramente si dovranno allenare questa notte, ma alla fine ce la faranno e ci lasceranno tutti a bocca aperta.
Laura durante laboratorio musica
Il gruppo di musica, diretto da Laura, insieme alla sua inseparabile fisarmonica, è composto da sei ragazzi e tre ragazze, che domani uniranno le loro differenti voci, strumenti e personalità in un’unica armonia. Il gruppo presenta una canzone di antica origine africana, un canone yiddish e una canzone di gioia albanese-kossovara, sulle cui note i ragazzi esploderanno in una vera ovazione.
La musica non ha confini ed è un bell’esempio di unione di culture di tutto il mondo.

A domani quindi. Ci attende una bella sfida, prove generali e spettacolo finale, tutto in un solo pomeriggio, incrociamo le dita!

On the road Italia Armenia 2012

La Compagnia Teatro per Caso e l’Associazione Mercurio presentano il progetto:

“Se riusciamo a vedere cosa sta dietro l’apparenza delle cose, stiamo al mondo in una maniera più vera, più giusta e più consapevole che non credendo all’abbaglio della prima cosa che si presenta davanti ai nostri occhi.”[1]

Il progetto On the road Italia>Armenia

Chi

Officina del sorriso è un progetto della compagnia Teatro per Caso di Nago (TN) con la collaborazione dell’Associazione Mercurio di Riva del Garda. Entrambe le associazioni vantano una lunga esperienza di volontariato in India, Palestina, Indocina.

Dove e Quando

Dall’Italia all’Armenia via terra a bordo di due furgoni con un equipaggio di sette artisti ed educatori volontari. Dal 14 ottobre al 20 novembre 2012.

Cosa

Un viaggio all’insegna del volontariato artistico: sono previste due tappe di una settimana in Kosovo (Peja/Pec) e Georgia (Tbilisi), dove condurremo diversi laboratori rivolti a ragazzi svantaggiati, (teatro, musica, giocoleria, video arte), finalizzati alla messa in scena di uno spettacolo multimediale con il coinvolgimento dei giovani e delle associazioni locali.

Inoltre alla Comunità ospite offriremo uno spettacolo di strada degli artisti dell’Officina del sorriso, che affronta con un linguaggio universale i temi della comunicazione e della reciproca comprensione. La performance potrà essere rappresentata anche in altre piazze/teatri lungo l’itinerario dall’Italia all’Armenia.

I frutti di questa esperienza saranno raccolti in un film documentario e in diversi reportage fotografici.

Collaborazioni
Carovana Balcanimazioni 2012
Osservatorio Balcani e Caucaso di Rovereto
Biblioteca civica B.Emmert – Arco
Scout Laici CNGEI - Arco
ADL Prijedor - Bosnia Erzegovina
Positive Youth Kraljevo – Serbia
ADL Peja – Kosovo
Centro giovanile Zoom Peja – Kosovo
NPU Peja – Kosovo
Centro Culturale italiano di Tbilisi (Georgia)
Georgian Organisation of the Scout Movement – Scouts of Georgia

Con il sostegno di
Tavolo Trentino coi Balcani – Trento
Cassa Rurale Alto Garda
Comune di Arco

Patrocinio

Consolato Italiano in Armenia
Consolato Armeno in Italia

Perché

Gli scopi di questo viaggio sono volontaristici e sociali (dove sperimenteremo la nostra capacità di agire gratuitamente), conoscitivi ed antropologici (dove sperimenteremo la ricchezza della multiculturalità e ne documenteremo l’efficacia passata e presente), artistici e culturali (dove scambieremo saperi ed identità).

 

Seguiteci sul blog www.officinadelsorriso.org

 PROGRAMMA

15/10/2012

 Prijedor (Bosnia i Herzegovina)

Street Performance

Officina del sorriso

 

16/10/2012

Kraljevo (Serbia)

Street Performance

Officina del sorriso

 

17-26/10/2012

Peja (Kosovo)

Workshops and final performance of the participants +

Street Performance

Officina del sorriso

 

31/10-8/11/2012

Tbilisi (Georgia)

Workshops and final performance of the participants +

Street Performance

Officina del sorriso

9-11/11/2012

Gyumri (Armenia)

Street Performance

Officina del sorriso

 


[1] In: Maurizio Ferraris racconta Derrida e la decostruzione, Gruppo Editoriale l’Espresso, 2011, pag. 10.